Integratori in Gravidanza: quali prendere e perché

Sei incinta e spesso ti preoccupi di non essere in grado di gestire la situazione o di non avere tutte le accortezze necessarie per mantenere in forza e sano il tuo fisico e per sviluppare nel modo corretto quello del nascituro?

C’è chi sostiene che per aiutare le donne durante il periodo della gravidanza non ci sia nulla di più consigliato che assumere integratori, ovviamente nelle giuste dosi e senza esagerare, i quali aiutano sia mamma che bambino a rimanere in uno stato di buona salute. Ma è davvero così? Davvero assumere integratori in gravidanza è utile? Se si, quali sono quelli più indicati per chi si trova in questo particolare stato fisico?

Continua a leggere il nostro approfondimento sugli integratori per donne in gravidanza e otterrai tutte le risposte alle domande che già da troppo tempo ti stai ponendo.

Integratori in gravidanza: cosa li rende così utili?

In questo paragrafo cercheremo di capire insieme come mai così tanti medici ed esperti ritengono che sia importante assumere integratori alimentari in gravidanza e perché lo consiglino così caldamente e senza ombra di dubbio alle loro pazienti.

Il nostro corpo ha ogni giorno bisogno della giusta quantità di vitamine e sali minerali, che sono fondamentali per permettere all’organismo di completare tutte le sue funzioni fisiologiche. Pertanto, è importantissimo che tali sostanze vengano introdotte nel corpo nella giusta quantità. Questo procedimento solitamente avviene attraverso l’alimentazione, ma, in particolari situazioni come è quella dovuta ad uno stato di gravidanza, in cui le abitudini alimentari non sono sempre propriamente corrette, vanno integrati attraverso l’assunzione di integratori.

La mancanza totale o un basso quantitativo di vitamine e sali minerali comporterebbe, soprattutto se il problema persiste per un lungo periodo di tempo, a delle complicazioni più o meno gravi. E’ proprio per tale motivo che i medici consigliano di assumere integratori in gravidanza e addirittura anche per tutto il periodo dell’allattamento del piccolo.

Le loro funzioni sono davvero molto importanti sia per le mamme che per i nascituri: aiutano a prevenire le malformazioni durante la formazione del feto e ne favoriscono il corretto sviluppo del sistema nervoso e, in più, proteggono la salute della mamma in un periodo per lei molto delicato.

integratori in gravidanza

Quali sono gli integratori da prendere in gravidanza?

In un periodo in cui vitamine e sali minerali devono bastare per due, allora anche la quantità di sostanze nutritive di cui avrai bisogno dovranno quasi raddoppiare. E’ impensabile, però, che tutti questi micronutrienti vengano assunti solo tramite l’alimentazione. E’ proprio a questo punto che entrano in gioco gli integratori alimentari per donne incinta, la cui importanza è pari a quella di una dieta che, per quanto possibile, si mantenga ordinata, ricca e variegata, comprendendo quasi tutti i tipi di ingredienti che abbiamo a disposizione.

Vediamo ora quali integratori è meglio assumere.

Integratore acido folico

L’integratore di acido folico, importantissimo soprattutto per affrontare il primo trimestre di gravidanza o il periodo prima del concepimento, è una vitamina del gruppo B utile a sviluppare il condotto neurale del feto. Tale condotto, che diventerà la colonna vertebrale del piccolo, infatti, si sviluppa subito dopo il concepimento e bisogna attentamente prendersene cura sin dall’inizio per evitare che si verifichino malformazioni o malattie.

Inoltre l’acido folico è importante anche per combattere l’ipertensione gravidica delle neomamme e per limitare le probabilità che il sistema nervoso centrale del bambino abbia delle malformazioni.

Integratore DHA

Il DHA integratore, che va solitamente preso durante gli ultimi 3 mesi di gravidanza, ha gli stessi benefici dell’Omega 3 e, pertanto, è utilissimo per sviluppare il tessuto cerebrale del feto, le sue capacità cognitive e il senso della vista.

Integratore di ferro

L’integratore di ferro fa sì che la mamma non abbia giramenti di testa o mal di testa e che non si senta eccessivamente affaticata. Inoltre il ferro è anche utile per rinforzare capelli e unghie, che soprattutto nei periodi di forte stress tendono a cadere e spezzarsi più facilmente.

Per quanto riguarda il feto, invece, una corretta assunzione di ferra aiuta a regolarizzare i tempi della gravidanza ed evitare che si possa verificare un parto prematuro o la nascita sottopeso del bambino.

Integratore vitamina B12

Il quantitativo di vitamina B12 si abbassa durante la gravidanza e per questo motivo è importante reintrodurla nell’organismo attraverso un buon integratore di vitamina B12. Tale vitamina stimola il corretto sviluppo, soprattutto quello neurologico, del bambino. L’assunzione di vitamina B12 è molto consigliata soprattutto per le donne vegane.

Inoltre, l’assunzione di vitamina B12, importante soprattutto per le mamme vegane, evita il rischio di aborto spontaneo.

Integratore vitamina D

L’integratore di vitamina D va preso perché permette al bambino di assorbire correttamente il calcio di cui ha bisogno e perché ha una importantissima funzione antinfiammatoria naturale, oltre che immunitaria, sia per le mamme che per i piccoli.

Integratori sali minerali vari.

Come dicevamo all’inizio dell’articolo, anche i sali minerali sono estremamente utili, ancora di più lo sono per le donne in gravidanza. Tra i più importanti e conosciuti troviamo zinco, selenio, potassio, magnesio e fluoro, che servono per rinvigorire il sistema immunitario e velocizzare la riproduzione cellulare.

In particolare, per le donne che sono incinta proprio durante i periodi più caldi dell’anno, in cui si tende a sudare molto in fretta e in abbondanza, consigliamo l’assunzione di un integratore di magnesio e potassio.

Lascia un commento